La professione

La professione

L’Internal Auditor è un professionista che valuta il sistema di controllo interno e di gestione del rischio in un’organizzazione.

In tale ambito, integra e completa il lavoro svolto dagli altri due livelli di controllo: il primo, costituito dalle funzioni di gestione del business (produzione, distribuzione, ecc.); il secondo, rappresentato dalle funzioni che valutano la conformità alle normative (compliance) e da quelle che operano per gestire e ridurre i rischi (risk management).

L’Internal Auditor, terzo livello, esprime una valutazione sintetica del sistema di controllo: quanto è efficace ed efficiente e quali interventi sarebbero opportuni per migliorarlo.

Per garantirne obiettività e indipendenza, l’Internal Auditor riporta abitualmente agli organi che governano l’organizzazione (Consiglio di Amministrazione).

La crescente esigenza delle imprese di garantire agli stakeholder interni ed esterni la correttezza e la trasparenza del proprio funzionamento, ha reso l’Internal Auditor centrale nelle prassi di corporate governance.

Tale centralità è chiaramente espressa dal recente Codice di Autodisciplina delle società quotate in Borsa e dalle disposizioni delle autorità che regolano i diversi settori dell’attività economica e finanziaria.

Per la delicatezza del ruolo e i numerosi ambiti delle valutazioni, all’Internal Auditor si chiedono competenze estese (management, sistemi informativi, contabilità avanzata) e specialistiche unite alla capacità di costruire e gestire le relazioni per operare all’interno di organizzazioni complesse.