Standard

Introduzione agli Standard

L’internal auditing viene svolto in contesti giuridici e culturali diversi, all’interno di organizzazioni che variano per finalità, dimensioni, complessità e struttura, e da persone interne
o esterne all’organizzazione. Anche se le differenze nei vari contesti possono influire sullo svolgimento dell’internal auditing, la conformità agli Standard internazionali per la pratica professionale dell'internal auditing (Standard) dell'IIA è essenziale per l’espletamento delle responsabilità degli internal auditor e dell'attività di internal audit.

Gli Standard hanno lo scopo di:
1. Promuovere l’aderenza agli elementi vincolanti dell'International Professional Practices Framework.
2. Fornire un quadro di riferimento per lo svolgimento e lo sviluppo di una vasta gamma di servizi di internal audit a valore aggiunto.
3. Definire i parametri per la valutazione della prestazione dell’internal audit.
4. Promuovere il miglioramento dei processi e delle attività dell’organizzazione.

Gli Standard sono un insieme di requisiti vincolanti, basati su principi, che consistono in:
• Definizioni dei requisiti fondamentali per la pratica professionale dell’internal auditing e per la valutazione dell’efficacia della prestazione, applicabili su scala internazionale a livello di organizzazione e di singoli individui.
• Interpretazioni che chiariscono termini e concetti contenuti negli Standard.

Gli Standard, insieme al Codice Etico, trattano tutti gli elementi vincolanti dell'International Professional Practices Framework; pertanto la conformità al Codice Etico e agli Standard costituisce prova del rispetto di tutti gli elementi vincolanti dell'International Professional Practices Framework.

Gli Standard utilizzano termini che sono stati definiti specificatamente nel Glossario. Per comprendere e applicare correttamente gli Standard, è necessario considerare i significati specifici riportati nel Glossario. Inoltre, gli Standard usano la parola “deve” per specificare un requisito vincolante e la parola “dovrebbe” per indicare un requisito al quale si presuppone la conformità a meno di circostanze che, sottoposte a un giudizio professionale, ne giustifichino l’inosservanza.

Gli Standard comprendono due categorie principali: gli Standard di Connotazione e gli Standard di Prestazione. Gli Standard di Connotazione precisano le caratteristiche che le organizzazioni e gli individui che effettuano attività di internal audit devono possedere. Gli Standard di Prestazione descrivono la natura dell’internal auditing e forniscono criteri qualitativi in base ai quali è possibile valutarne la prestazione. Gli Standard di Connotazione e gli Standard di Prestazione si applicano a tutti i servizi di internal audit.

Sono inoltre previsti gli Standard Applicativi che dettagliano i contenuti degli Standard di Connotazione e degli Standard di Prestazione definendo i requisiti da applicare ai servizi di assurance (.A) o di consulenza (.C).

 

Per scaricare gli Standard Internazionali, cliccare qui.